logo di stampa italiano
 

6 Consumi di materie prime e materiali di consumo

 
 1° semestre 20131° semestre 2012Variazioni
Metano destinato alla vendita, gpl, metano ad uso industriale al netto delle variazioni delle scorte660.363692.704(32.341)
Energia elettrica destinata alla vendita575.629635.226(59.597)
Materiali per la manutenzione al netto delle variazioni delle scorte30.21922.1248.095
Energia elettrica ad uso industriale18.14514.5563.589
Acqua17.92318.574(651)
Combustibili, carburanti e lubrificanti8.6968.132564
Certificati bianchi, grigi e verdi                                        7.34121.378(14.037)
Prodotti chimici6.6637.214(551)
Oneri e proventi da derivati5.703(9.351)15.054
Combustibili gestione calore3.6033.264339
Materiali di consumo e vari7485.746(4.998)
Oneri e proventi da valutazione certificati(4.211)(19.761)15.550
Totale1.330.8221.399.806(68.984)

Per l’analisi dell’andamento dei costi delle materie prime e dei materiali di consumo si rinvia alla relazione sulla gestione e alla nota riportante l’informativa per area di business. Per la voce “Oneri e proventi da derivati” si rinvia alla nota 23 della situazione patrimoniale finanziaria.

Di seguito sono commentate le variazioni più significative rispetto al periodo precedente.

“Materiali per la manutenzione al netto delle variazioni delle scorte”, presentano un incremento rispetto al 1° semestre 2012 dovuto interamente al consolidamento del Gruppo AcegasAps.

“Certificati bianchi, grigi e verdi”, include il costo di acquisto dei certificati bianchi, grigi e verdi sostenuto nel 1° semestre 2013. In particolare:

  • 4.197 migliaia di euro per certificati bianchi (4.280 migliaia di euro nel 1° semestre 2012);
  • 975 migliaia di euro per certificati grigi (2.660 migliaia di euro nel 1° semestre 2012);
  • 2.169 migliaia di euro per certificati verdi (14.438 migliaia di euro nel 1° semestre 2012).

La variazione rispetto al periodo precedente  è da ricondursi alle differenti dinamiche d’approvvigionamento a fronte delle necessità di certificati da parte del Gruppo.

“Oneri e proventi da valutazione certificati”, accoglie la valutazione dei certificati in magazzino, in particolare:

  • 976 migliaia di euro oneri per certificati bianchi (nessun certificato nel 1° semestre 2012);
  • 6.471 migliaia di euro proventi per certificati verdi (20.621 migliaia di euro nel 1° semestre 2012);
  • 1.284 migliaia di euro oneri per certificati grigi (860 migliaia di euro nel 1° semestre 2012).