logo di stampa italiano
 

10 Altre spese operative

 
 1° semestre 20131° semestre 2012Variazioni
Imposte diverse da quelle sul reddito7.0704.8092.261
Tributo speciale discariche4.1105.217(1.107)
Canoni demaniali3.7101.7601.950
Contributi associativi e altri contributi1.9261.517409
Minusvalenza su cessioni di beni49245834
Altri oneri minori7.9845.5762.408
Totale25.29219.3375.955

Di seguito si commentano le variazioni più significative rispetto al 1° semestre 2012.

“Imposte diverse da quelle sul reddito”, l’incremento rispetto al 1° semestre 2012 è dovuto principalmente a:

  • maggiori costi per Tares rispetto alla precedente Tia, 245 migliaia di euro;
  • maggiori costi per Imu (imposta municipale unica), 167 migliaia di euro; nel 1° semestre 2012 (primo anno di applicazione dell’imposta) la prima rata di acconto è stata calcolata con aliquota fissa rispetto alla seconda rata determinata in base alle aliquote deliberate dai Comuni;
  • variazione area di consolidamento relativa al Gruppo AcegasAps, 1.259 migliaia di euro di cui 498 migliaia di euro per Imu e 761 migliaia di euro per altre imposte minori: bollo, registro, accise.


“Tributo speciale discariche”, si riferisce al pagamento dell’ecotassa sulle discariche gestite dal Gruppo e corrisponde all’ecotassa di competenza del 1° semestre 2013. La diminuzione riflette minori quantitativi smaltiti in discarica.

“Canoni demaniali”, l’incremento rispetto al 1° semestre 2012 è imputabile principalmente ai maggiori canoni versati alla Provincia di Pesaro per la riscossione di tributi (528 migliaia di euro),  oltre all’effetto del consolidamento del Gruppo AcegasAps (1.320 migliaia di euro).

“Minusvalenza su cessioni di beni”, generata principalmente dalle seguenti dismissioni:

  • di mezzi, cassonetti e attrezzature per 128 migliaia di euro (64 migliaia di euro nel 1° semestre 2012);
  • impiantistica varia per 206 migliaia di euro.


Tra gli “Altri oneri minori”, si segnalano le seguenti variazioni:

  • decremento degli oneri di utilità sociale; al riguardo si segnala, nel 1° semestre 2012, l’adesione da parte della capogruppo alla raccolta fondi istituita dalla Regione Emilia Romagna a favore delle popolazioni colpite dal sisma del maggio 2012;
  • decremento degli oneri per contributi riconosciuti a clienti disagiati del settore idrico a seguito dell’applicazione del nuovo metodo tariffario che non prevede per l’anno 2013 lo stanziamento di costi a tali fini;
  • incremento degli altri costi correnti principalmente per maggiori indennità risarcitorie ai clienti del settore idrico a seguito del nuovo contratto assicurativo rct con decorrenza 1° luglio 2012;
  • incremento per effetto del consolidamento del Gruppo AcegasAps, 1.458 migliaia di euro. Tale voce include rimborsi di danni, sanzioni, penali ed altri oneri di gestione.