logo di stampa italiano
 
Sei in: Politiche aziendali » Qualità, sicurezza e ambiente

Qualità, sicurezza e ambiente

Il primo semestre del 2013 è stato un periodo, in cui diversi degli obiettivi programmati dalla Direzione Centrale Qualità, Sicurezza Ambiente sono stati conseguiti.

Fra i principali risultati ricordiamo:

  • Il supporto di tutta la DCQSA al progetto di forte riorganizzazione della DGO, a seguito della quale la stessa DCQSA si è riorganizzata apportato significativi cambiamenti sia alla struttura di Coord. QSA che nella costituzione del SPP Unico.
  • La partecipazione proattiva ai lavori per l'aggiornamento del Piano industriale aziendale che ha visto la Direzione impegnata in incontri specifici nei mesi di aprile e maggio con le Direzioni aziendali e le Società controllate;
  • Il superamento della verifica di mantenimento della certificazione del sistema di gestione "integrato" qualità, sicurezza e ambiente di Hera Spa e di molte società del Gruppo con esiti molto buoni;
  • Il raggiungimento della Certificazione SA8000, ovvero del sistema di gestione inerente i temi della responsabilità Sociale: risultato raggiunto a seguito della prima verifica certificativa effettuata nel mese di marzo.
  • A giugno si è ottenuto il mantenimento dell'accreditamento Accredia (ISO 17025) dei Laboratori del Gruppo;
  • Continuano le attività connesse al progetto EHS, progetto della Direzione volto a disegnare il percorso evolutivo dei Sistemi Informativi Aziendali in ambito Environmental, Health e Safety. L'obiettivo è quello di realizzare un sistema di gestione negli ambiti Salute, sicurezza e Ambiente in sinergia con gli altri applicativi enterprise del Gruppo;
  • ISRS, il progetto, iniziato nel 2012 e avente l'obiettivo di valutare il livello di "salute" dei sistemi di gestione integrati in ambito QSA al fine di promuovere l'implementazione di sistemi di gestione efficaci e appropriati al tipo di realtà aziendale, è proseguito nel corso del I semestre 2013: sono state condotte tutte quelle attività propedeutiche ad accrescere le necessarie conoscenze e competenze sullo strumento. E' stato condotto il primo assessment pilota da parte di DNV ed analizzati i primi risultati. Il progetto avanza in linea con quanto pianificato. SAP Audit Management: sono state completate da DCQSA, con il supporto di FOL, tutte le fasi di progetto relativo allo sviluppo di un sistema informativo per la gestione delle attività di audit e di gestione delle Non Conformità tramite modulo SAP, oltre alle attività di formazione del personale addetto all'utilizzo dell'applicativo medesimo; con l'avvio dell'anno il sistema è entrato a pieno regime. Sia le attività di audit che quelle di gestione delle conseguenti NC vengono attualmente gestite tramite questo strumento informativo.


Nel primo semestre 2013, in collaborazione con la Direzione Acquisti e Appalti, è stata condotta una ulteriore campagna formativa molto significativa indirizzata ai referenti aziendali, per porre l'attenzione sul tema del controllo delle prestazioni dei fornitori, in particolare questa volta, ai temi della responsabilità sociale.
Tutte queste attività si sono aggiunte a quelle ordinarie che la DCQSA pianifica ed effettua per il mantenimento del Sistema di Gestione Integrato del Gruppo, fra cui le attività di verifica coerenza e conformità QSA di procedure ed istruzioni redatte da varie strutture aziendali, l'aggiornamento della documentazione di sistema, manuale QSA, procedure di sistema, dei documenti di valutazione del rischio e di analisi ambientali.

Sul fronte Salute e Sicurezza, il 2012 ha visto concludersi positivamente l'ampio e articolato progetto "Un anno per la sicurezza nel Gruppo Hera", fatto salvo il completamento dell'attività di formazione del progetto "Un anno per la sicurezza" e la continuazione dei due progetti "Stress lavoro Correlato" e "Macchine Attrezzature".
L'analisi dei dati del fenomeno infortunistico relativi al periodo Gennaio ÷ Giugno 2013, evidenzia una situazione complessiva in linea con gli obiettivi previsti ed in miglioramento rispetto all'analogo periodo dello scorso anno. Il confronto con il 2012 mostra un decremento del numero di infortuni complessivo (84 nei primi 6 mesi del 2012 - 74 nei primi 6 mesi del 2013) e di conseguenza dell'Indice di Frequenza (23,72 nei primi 6 mesi del 2012 - 21,0 nei primi 6 mesi del 2013). Anche per quello che riguarda le giornate di assenza per infortunio si riscontra un miglioramento (3129 nei primi 6 mesi del 2012 - 2280 nei primi 6 mesi del 2013) e di conseguenza una riduzione del parametro Indice di Gravità (0,87 nei primi 6 mesi del 2012 - 0,65 nei primi 6 mesi del 2013).
Per quanto riguarda le segnalazioni di mancati infortuni (Near Miss), dopo un inizio anno non soddisfacente dove il numero di segnalazioni è stato di gran lunga inferiore alle attese, a Giugno il dato complessivo risulta superare l'obiettivo previsto. Il rapporto fra Near Miss segnalati ed infortuni accaduti ha infatti superato il 90% previsto come target per il 2013 (Un dato non ancora allineato è quello della Direzione Tecnica Clienti che si attesta al 25%). L'analisi puntuale delle modalità di accadimento degli infortuni evidenzia come gli infortuni in itinere (tragitto casa-lavoro), Cadute/Scivolate a terra, Urti e schiacciamenti rappresentino le tre principali cause di infortunio (rispettivamente il 24,3 %, il 23 % ed il 16,2%). Gli infortuni causati da incidenti stradali sul lavoro (7 eventi) rappresentano il 9,5 % del totale dei casi.
Al fine di rappresentare in modo più ampio e "strategico" le attività di HERA S.p.A. in campo impiantistico (impianti di smaltimento/recupero dei rifiuti e di produzione di energia elettrica ricomprese nelle categorie OS14 e OG 9 ) il portafoglio delle attestazioni SOA è stato rinnovato nel giugno 2013 (Attestazione nr. 14202/04/00) con ulteriori attestazioni riguardanti le Reti del Gas e del ciclo idrico integrato (OG6) e le reti di trasporto Energia Elettrica (OG10). Ottenute anche le attestazioni riguardanti la progettazione, costruzione e manutenzione di impianti di potabilizzazione, depurazione (OS22) e di teleriscaldamento (OS28). Da segnalare l'adozione di un percorso metodologico di raccolta di evidenze documentali tracciabili attraverso i sistemi informativi Aziendali e riferibili ai dati dei bilanci certificati .
Nel corso del primo semestre 2013 sono proseguite le attività connesse al progetto EHS (Environmental, Health e Safety), progetto della Direzione DCQSA il cui obiettivo è quello di integrare il sistema di gestione Salute, sicurezza e Ambiente con gli altri applicativi enterprise del Gruppo. A conferma del forte impatto sul percorso evolutivo dei Sistemi Informativi Aziendali le attività si sono concentrate - nella prima fase - sulla realizzazione del modulo relativo alla Sorveglianza Sanitaria ed alla impostazione di un prototipo finalizzato alla definizione dei requisiti dell'applicativo che sarà oggetto - a conclusione dell'iter progettuale - di implementazione sulle strutture del gruppo. Collegata al percorso l'introduzione di iniziative formative e informative per favorire l'introduzione di approcci innovativi di knowledge management nella gestione della protezione e prevenzione dei rischi nell'ambiente di lavoro.
E' proseguita in modo costante l'attività di approfondimento dell'evoluzione normativa da parte del Presidio Normativa QSA e Privacy consistita nell'acquisizione delle novità legislative e nell'analisi normativa degli impatti conseguenti, destinata ai Responsabili; l'attività di acquisizione ed interpretazione normativa, si è concretamente attuata in 28 flash informativi diretti ai gestori dei processi, al Presidio Privacy, ai QSA e ai RSPP.
Da essa è poi scaturita la necessità di elaborare 18 approfondimenti normativi tematici che hanno fornito linee guida interpretative, nonché l'aggiornamento delle check list per tenere sotto controllo la compliance normativa in tema di sicurezza e ambiente.

I principali impatti gestionali derivanti dalla ristrutturazione della DGO e dalla desocietarizzazione di FoL sono consistiti nella revisione di importanti documenti del sistema di gestione aziendale quali: la procedura sulla gestione delle prescrizioni legali e di altro tipo, che aggiornata anche in ottica RACI, la procedura sulla gestione dei documenti, per garantire un ottimale profilo autorizzativo degli stessi, anche rispetto al D.lgs 81/08, la Linea Guida sulle responsabilità in materia di salute, sicurezza e ambiente per rendere sempre più coerenti le posizioni di garanzia aziendali rispetto ai ruoli organizzativi ed ai poteri conferiti, la procedura sulla gestione in sicurezza dei contratti di appalto, per adeguare compiti e responsabilità della committenza ai nuovi ruoli post organizzazione aziendale.

Per quanto riguarda il Presidio Privacy, è stata avviata un'analisi del rischio dei dati personali trattati in Hera SpA, secondo un metodologia già sperimentata in materia di sicurezza logica, al fine di definire le conseguenti misure di sicurezza minime, specifiche ed adeguate.
In un'ottica di sempre maggiore integrazione con il sistema Qualità, Sicurezza e Ambiente, sono stati programmati e pianificati audit a campione sulla gestione della videosorveglianza negli impianti acqua e depurazione di Bologna, con lo strumento di SAP audit management.
Con la collaborazione di DCPO, si è compiuto il riallineamento delle posizioni di responsabile privacy e incaricati delle strutture oggetto di riorganizzazione e delle società controllate, che ha comportato 10 aule di formazione di circa 20 persone ciascuna.

A inizio anno, la riorganizzazione della DCQSA ha visto l'ingresso nella Direzione Centrale Qualità, Sicurezza e Ambiente di Presidio Sicurezza Fisica e Logica.
La nuova Struttura è stata presentata alle altre Direzioni Aziendali, nell'ambito di appositi incontri.
Il Presidio Sicurezza ha presentato al Comitato Rischi del Gruppo Hera i risultati dell'Analisi dei Rischi per la Sicurezza delle Informazioni, unitamente a una proposta articolata di Piano di Interventi per ricondurre il livello di rischio rilevato al di sotto della soglia stabilita dal Comitato. Tali interventi saranno recepiti all'interno del Piano Industriale e la loro efficacia sarà misurata anno su anno da Presidio Sicurezza, attraverso una revisione periodica dell'Analisi Rischi.
Le Linee Guida e le Politiche di Sicurezza sono state riviste ed allineate alle più recenti evoluzioni normative in ambito Privacy e per regolamentare la recente introduzione in Azienda del Wi-Fi.
Le attività di Audit svolte da Presidio Sicurezza sono state armonizzate ai metodi ed agli strumenti in uso nella Direzione. Gli Auditors hanno seguito un apposito corso di formazione su "Tecniche di Auditing ISO 19011" e sull'utilizzo dello strumento SAP audit management. Nel corso del primo semestre, Presidio Sicurezza ha effettuato complessivamente 6 Audit applicando con successo questi nuovi metodi e strumenti.
E' stato infine effettuato un Audit Tecnico sulla sicurezza dell'infrastruttura informatica del Centro Telecontrollo Fluidi i cui risultati sono stati condivisi con la Direzione Servizi Tecnici Operations ed hanno portato alla individuazione di un piano di miglioramento.