logo di stampa italiano
 
Sei in: Politiche aziendali » Risorse umane e organizzazione

Risorse umane e organizzazione

Risorse umane
Al 30 giugno 2013 i dipendenti a tempo indeterminato del Gruppo Hera sono 8.360 (aziende consolidate), con la seguente ripartizione per qualifica: dirigenti (152), quadri (455), impiegati (4.265), operai (3.488). Tale assetto è stato determinato dai seguenti movimenti: entrate (+96), uscite (-69). Si evidenzia inoltre che le assunzioni sono state determinate essenzialmente dal turnover qualitativo con inserimento di personale qualificato; si registra infine un incremento del numero di laureati, pari al 18% sul totale dei dipendenti TI (al netto di Acegas - Aps): con 1.091 laureati al 31.12.2012 (su 6.539 dipendenti TI), e 1.194 laureati al 30.06.2013 (su 6.570 dipendenti TI).

 

Organizzazione
Il modello Hera si distingue nel panorama delle multiutility per aver realizzato un'integrazione industriale e operativa fondata su di una Holding che attraverso Direzioni Centrali d'impostazione, supporto e controllo, garantisce una vista integrata di Gruppo e favorisce lo sfruttamento delle sinergie.
Il settore Energy & Utility è sempre più caratterizzato da rapidi cambiamenti, con dinamiche competitive e contesto normativo orientati alla specializzazione e caratterizzati da alcuni elementi chiave (Normativa Idrico e Servizi Ambientali, Gare per affidamento dei servizi, Regolazione regionale, ...)
Anche per rispondere a tali esigenze, da gennaio 2013 il Gruppo ha adottato un modello organizzativo in ambito Direzione Generale Operations volto a ottenere ulteriori benefici dalla specializzazione verso i singoli business gestiti, andando inoltre a migliorare il rapporto con gli stakeholder in termini di organicità, standardizzazione e proattività.
In tal modo nel modello operativo del Gruppo Hera permane la ricerca del migliore equilibrio tra la prospettiva di settore di business e il radicamento territoriale, ricercando la massimizzazione dell'efficacia e dell'efficienza del servizio attraverso le leve operative disponibili (organizzazione, processi, risorse e sistemi).

Pertanto, la Macrostruttura del Gruppo prevede le seguenti caratteristiche:

  • dal Presidente dipendono le Direzioni Centrali Legale e Societario, Servizi e Sistemi Informativi, Relazioni Esterne, la Direzione Investor Relations. Fanno capo inoltre la Direzione Generale Sviluppo e Mercato e Herambiente Spa
  • dall'Amministratore Delegato dipendono le Direzioni Centrali Acquisti e Appalti, Amministrazione, Finanza e Controllo, Personale e Organizzazione, Qualità, Sicurezza e Ambiente e la Direzione Corporate Social Responsibility. Dall'Amministratore Delegato dipende inoltre la Direzione Generale Operations dalla quale dipendono, la Direzione Acqua, La Direzione Energia, la Direzione Servizi Ambientali, la Direzione Tecnica Clienti, la Direzione Tecnologie e Sviluppo, la Direzione Ingegneria Grandi Impianti. Dalla Direzione Generale Operations dipendono inoltre le sette Aree Territoriali, dedicate al presidio del rapporto con gli Stakeholder locali.
  • al Vice Presidente riporta la Direzione Internal Auditing.


Inoltre, con decorrenza 1° gennaio 2013, ha avuto effetto la fusione per incorporazione nel Gruppo Hera di Acegas-Aps la cui articolazione organizzativa fondamentale è stata approvata nel mese di maggio 2013.

Nell'ambito della Direzione Generale Operations, sono state costituite tre Direzioni con responsabilità verticale sui diversi servizi gestiti, la Direzione Acqua, la Direzione Energia e la Direzione Servizi Ambientali, e due Direzioni con caratteristiche trasversali, la Direzione Tecnica Clienti, che gestisce i servizi tecnici direttamente connessi alle utenze finali sul territorio del Gruppo, e la Direzione Tecnologie e Sviluppo, nella quale sono confluite le attività di ingegneria centralizzata e le attività inerenti il telecontrollo, i laboratori, la misura e la telegestione e il coordinamento complessivo dei servizi regolati.
Sono state infine costituite sette Aree Territoriali, focalizzate sul presidio della relazione con il territorio nei confronti dei principali Stakeholder locali garantendo, attraverso un approccio organico e proattivo sviluppato in coerenza con il Bilancio di Sostenibilità, il coordinamento, la standardizzazione e la priorizzazione delle interazioni.
Contestualmente, al fine di sviluppare un presidio delle attività maggiormente focalizzato sulle aree di business aziendali e sempre in ottica di orientamento al cliente interno, sono state definite e realizzate le nuove configurazioni organizzative delle Direzioni Centrali, in particolare con:
la riallocazione gerarchica (attività e risorse) di funzioni precedentemente allocate in ambito Business Unit-Strutture Operative Territoriali (Acquisti e Appalti e Personale e Organizzazione);
la riorganizzazione della Direzione Centrale Qualità, Sicurezza e Ambiente.

Inoltre, dal 1° gennaio è stata superata la struttura societaria di Famula On Line Spa attraverso l'integrazione delle sue attività in Hera Spa e la contestuale costituzione della Direzione Sistemi Informativi, organizzativamente collocata in ambito Direzione Centrale Servizi e Sistemi Informativi.

In ambito Direzione Centrale Amministrazione, Finanza e Controllo si segnala la revisione organizzativa della funzione Controllo di Gestione, finalizzata a sviluppare un presidio delle attività maggiormente focalizzato sulle aree di business aziendali.

Nell'ambito della Direzione Generale Sviluppo e Mercato, si segnalano:
la riorganizzazione della Direzione Tecnica di Acantho, finalizzata alla definizione di una struttura maggiormente orientata ai servizi offerti piuttosto che ai processi interni;
la nuova configurazione organizzativa di Hera Trading, in particolare con la creazione della Direzione Generale al cui interno sono inoltre confluite le attività di supporto e di staff.

Con riferimento ad Herambiente Spa, è stata introdotta un'ulteriore declinazione delle strutture di vendita della Direzione Mercato, per favorire ulteriormente la focalizzazione verso il cliente finale e garantire una maggiore efficacia nell'approccio al mercato competitivo in ambito rifiuti speciali. Sono state inoltre centralizzate le attività di back office in ambito Direzione Mercato nella funzione Servizi al Cliente, con l'obiettivo di ottenere benefici di efficienza nell'espletamento delle attività di carattere amministrativo connesse alla gestione dei contratti.
È stato inoltre ulteriormente ottimizzato il processo di gestione della logistica, attraverso la semplificazione delle attività di allocazione puntuale dei rifiuti secchi ed umidi non pericolosi, centralizzati nella funzione Logistica della Direzione Servizi Operativi. Sono state infine ultimate le attività propedeutiche alla costituzione della struttura Termovalorizzatore Pozzilli, operativa dal 1° luglio 2013, che gestisce direttamente le attività precedentemente gestite dalla società Energonut Spa

È stata, inoltre, avviata un'ulteriore fase evolutiva trasversale della metodologia Lean Organization finalizzata alla diffusione dell'approccio e delle competenze anche attraverso ulteriori strumenti di comunicazione e sviluppo organizzativo.

La Macrostruttura del Gruppo operativa dal 1° gennaio 2013, è pertanto la seguente:

 
La Macrostruttura del Gruppo operativa dal 1° gennaio 2013
 

La gestione dell'Azienda prevede due Comitati Collegiali:
Comitato di gestione: ha il compito di esaminare e condividere le politiche, le strategie e la pianificazione operativa a livello di Gruppo e di favorire l'integrazione tra le varie strutture;
Comitato di Direzione: esamina ogni tre mesi l'andamento della gestione e l'avanzamento dei progetti compresi all'interno della balance score card;
Dalla fine del 2009 ogni Territorio si avvale, per l'attività di promozione e di sviluppo del radicamento territoriale, di un Comitato per il Territorio che prevede componenti espressione del territorio di riferimento (tra cui il Presidente stesso), ai quali si aggiunge il Direttore di competenza dell'Area Territoriale locale. Il Comitato affronta periodicamente alcune tematiche chiave quali il monitoraggio della soddisfazione dei clienti, della qualità e della sostenibilità dei servizi offerti. Ha altresì il compito di supportare il top management del Gruppo nell'interazione con gli enti pubblici e gli altri stakeholder locali.

Relazioni industriali
Il 28 febbraio 2013, nell'ambito del processo di integrazione con Acegas-Aps, è stato sottoscritto il Protocollo d'Intesa tra gli Enti Locali soci di Hera e Acegas-Aps e le organizzazioni sindacali confederali nazionali. Tale protocollo segue le intese raggiunte nel 2012 a livello locale tra le Organizzazioni Sindacali (Confederali e di Categoria) e gli Enti Locali Emilia Romagna soci di Hera, e gli Enti Locali delle Città capofila di Acegas-Aps Spa, rappresentate dai sindaci di Padova e Trieste.
In particolare l'intesa prevede: l'istituzione di un tavolo di confronto tra organizzazioni sindacali di categoria e azienda per la definizione, a livello nazionale, di un nuovo Protocollo di Relazioni Industriali di Gruppo e specifici Protocolli su Salute e Sicurezza e Appalti; l'avvio del confronto tra sindacati e azienda sui temi oggetto del Piano Industriale, con particolare riferimento alle strategie d'impresa, andamento occupazionale e ruolo degli appalti.

Sulla base di quanto convenuto nell'intesa sopracitata, la trattativa per la sottoscrizione di un nuovo Protocollo d'Intesa in materia di Appalti, già avviata con le organizzazioni sindacali regionali, è stata ridefinita a livello nazionale con le segreterie nazionali di categoria. A riguardo è stata inviata ai sindacati una nuova bozza di testo sulla quale rimaniamo in attesa di osservazioni.

Prosegue inoltre il confronto sul nuovo Protocollo di Relazioni Industriali di Gruppo rispetto al quale è stata inviata una bozza di testo alle organizzazioni sindacali nazionali di categoria.

Conseguentemente alla decisione aziendale di implementare la nuova organizzazione della Direzione Generale Operations, che ha portato l'azienda ad evolversi verso una organizzazione per filiere, si sono svolti con le organizzazioni sindacali territoriali e aziendali specifici incontri di approfondimento con particolare riguardo alle allocazioni delle risorse interessate.
Il processo di riorganizzazione della Direzione Generale Operations continuerà a breve con la presentazione del nuovo modello di pronto intervento reti e l'avvio della discussione sulla omogeneizzazione degli orari di lavoro per il personale delle varie linee di business, con esclusione delle unità organizzative che necessitano di orari dedicati.

Nel mese di marzo è stato sottoscritto l'accordo di fusione per incorporazione della società Energonut Spa, società che produce energia elettrica da combustione di CDR (combustibile da rifiuti), presente con un proprio impianto produttivo a Pozzilli, provincia di Isernia, in Herambiente Spa. Tale fusione sarà operativa a decorrere dal 1° luglio 2013.
Nel mese di giugno Herambiente Spa, Energonut Spa e la Rappresentanza Sindacale Unitaria di Energonut hanno inoltre sottoscritto l'ipotesi di accordo per l'armonizzazione del Premio di Risultato 2013-2015 e il riconoscimento dell'assistenza sanitaria integrativa.

Nel mese di maggio, con accordo tra le parti, sono stati consuntivati gli obiettivi del Premio di Risultato 2012; prosegue intanto il confronto sui temi oggetto della piattaforma sindacale, con particolare riferimento all'omogeneizzazione dei trattamenti di trasferta, di mensa e al nuovo accordo sul Premio di Risultato 2013-2015.

Per quanto riguarda la formazione, come previsto dal Contratto Collettivo Integrativo è stato presentato il piano di formazione di Gruppo per l'anno 2013 ed è stata raggiunta l'intesa sulla formazione finanziata riguardante Hera Spa, Herambiente Spa, Hera Comm Srl.
E' previsto per fine Luglio un nuovo incontro con il Coordinamento Sindacale di Gruppo finalizzato alla sottoscrizione di un nuovo progetto di formazione finanziata per i livelli operativi.

Nel mese di Maggio 2013 il Gruppo Hera ha completato il percorso per ottenere la certificazione SA8000.
Sono state programmate sessioni seminariali con i rappresentanti dei lavoratori SA8000, nominati dalle organizzazioni sindacali, riguardanti non solo la normativa comunitaria del sistema di certificazione ma altresì il ruolo che gli stessi rappresentanti sono tenuti a ricoprire anche nella fase successiva, relativa alla verifica e al mantenimento della certificazione stessa.

Nel mese di giugno è stato inoltre sottoscritto il verbale di incontro per il trasferimento del personale dalle sedi di Via Grigioni, Via Spinelli e Viale del Commercio presso la nuova sede di Cesena-Pievesestina, Via Kossuth.

Hera continua la collaborazione con le Associazioni Datoriali partecipando alle commissioni e alle delegazioni trattanti dei contratti collettivi nazionali del settore elettrico, gas acqua e dei servizi ambientali:
il 18 Febbraio 2013 è stato sottoscritto l'Accordo di Rinnovo del CCNL per i lavoratori addetti Settore Elettrico; contestualmente è stato raggiunto l'Accordo Sindacale Nazionale sull'esercizio del diritto di sciopero.
Alla luce dell'intesa sottoscritta a livello Nazionale è in fase di discussione, tra Hera e il Coordinamento Sindacale di Gruppo Comparto Elettrico, l'accordo sui minimi di sciopero per il personale a cui si applica il CCNL Elettrico.
Nel mese di marzo 2013 è stato sottoscritto l'accordo che ridefinisce l'art. 57 del CCNL FederAmbiente con riferimento alla rideterminazione dei permessi sindacali nazionali e aziendali, alla costituzione della RSU nel Comparto Igiene Ambientale e al relativo numero di componenti.
Prosegue infine il confronto sul rinnovo del CCNL settore Gas Acqua, scaduto il 31.12 2012.

Sviluppo
E' proseguito l'impegno nella formazione e diffusione del Modello di Leadership del Gruppo che, definito nel 2010 con l'obiettivo di identificare i comportamenti prospettici e distintivi per il management del Gruppo Hera, ha visto realizzate tra il 2011 e il 2012 una serie di iniziative rivolte a tutti i dirigenti e quadri. Tra queste le principali sono state: workshop formativi, sessioni sulla gestione dei collaboratori e di un team, seminari tematici sui quattro elementi chiave del Modello.
Da giugno 2012 a giugno 2013 sono stati dedicati dodici mesi all'approfondimento delle tematiche relative all'elemento chiave "Gestione della Complessità", in particolare da Novembre 2012 ad Aprile 2013 è stato realizzato un programma formativo dedicato a dirigenti e quadri volto ad approfondire le due competenze fondanti l'elemento chiave: Flessibilità e Decisionalità.
Con cadenza trimestrale vengono inviate a dirigenti e quadri mail intitolate "Spunti di Leadership", nelle quali vengono approfondite le competenze chiave trattate nel corso degli eventi in presenza.
A chiusura di questi dodici mesi è stato realizzato un seminario di focus sulla Gestione della Complessità dedicato a direttori e dirigenti.
A giugno 2013 è stata realizzata la progettazione delle attività per il secondo elemento chiave: "Orientamento all'eccellenza".

A supporto dei programmi di sviluppo manageriale, dei progetti di sviluppo del potenziale e in coerenza con i progetti di inclusione e diversity, sono proseguiti i percorsi di coaching individuale, coerenti con lo sviluppo delle competenze declinate nel Modello di Leadership e con il modello di coaching adottato dal Gruppo.
E' stata realizzata nel primo semestre del 2013 una iniziativa di ascolto rivolta a tutte le persone appartenenti alla Direzione Generale Operations, a seguito della riorganizzazione avvenuta ad inizio 2013; per attivare possibili percorsi di miglioramento sono stati realizzati inoltre degli incontri dedicati ad ogni singola Direzione nel corso dei quali sono stati presentati ed analizzati i risultati di dettaglio. Nel secondo semestre del 2013 è prevista la realizzazione della V indagine di clima interno. La seconda edizione del progetto Sviluppo del potenziale, avviata nel II semestre 2011, ha visto il coinvolgimento di 94 risorse e ha avuto, tra i suoi obiettivi, quello di valorizzare e accrescere il potenziale delle giovani risorse già presenti nel Gruppo. Nel corso del 2011 e del 2012 sono state avviate diverse iniziative formative dedicate, in particolare a Novembre 2012, è stata realizzata un'iniziativa di formazione che ha coinvolto tutte le 94 risorse, finalizzata a presentare i contenuti del Modello di Leadership e a fornire spunti e suggerimenti per l'autosviluppo. E' stata inoltre data l'opportunità ai partecipanti di usufruire, su richiesta individuale, di una sessione di coaching telefonico per approfondire quanto trattato in sede d'aula e condividere strumenti e modalità a supporto dell'autosviluppo, attività che si è conclusa nel primo trimestre del 2013. Nel primo trimestre inoltre si è tenuta una sessione ad hoc del corso di Alta Formazione "Regolazione e Mercato nei Servizi di pubblica utilità" per 25 di queste risorse. Alle stesse è stata inoltre data l'opportunità di partecipare ad un percorso di coaching breve individuale, volto ad individuare la Strategia d'eccellenza personale, di cui i primi incontri sono iniziati ad Aprile 2013, e termineranno a Dicembre 2013.

Il 30 novembre 2012 è pervenuto il riscontro positivo dal Ministero rispetto alla domanda di finanziamento richiesto: "Le politiche del buon rientro", il progetto del Gruppo che il Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha ammesso al finanziamento in ragione del carattere innovativo e socialmente rilevante delle misure proposte.
Ad Aprile 2013 sono state avviate le attività formative previste, rivolte alle persone che rientrano dopo un periodo significativo di congedo per motivi di conciliazione vita professionale - vita personale. Queste attività si concretizzano in un totale di 28/18 ore di formazione interna ed un breve percorso di coaching/counselling, per agevolare il reinserimento lavorativo. Grazie al progetto di finanziamento è stata inoltre ampliata l'offerta dei nidi aziendali su tutto il territorio di riferimento del Gruppo.
Nel mese di giugno 2013 è stato realizzato un seminario formativo di sensibilizzazione alle tematiche della valorizzazione delle differenze esteso anche alle istituzioni locali.
Inoltre nel mese di giugno è stata avviata con la Provincia di Bologna una collaborazione per l'efficace reperimento di assistenza domiciliare qualificata per i dipendenti del Gruppo, grazie ad un'estesa banca dati chiamata Madreperla.
Nel corso del primo semestre è stato strutturato internamente un corso in modalità e-learning sulla Gestione del Tempo, che verrà reso disponibile a tutti i dipendenti a partire dal mese di Luglio.

Formazione
In ambito formativo si segnala, innanzitutto, la realizzazione delle attività e delle iniziative previste nell'ambito di Heracademy, la Corporate University del Gruppo Hera, in particolare la realizzazione del workshop "Utilities, livelli di governo, cittadini: quali possibilità di collaborazione per lo sviluppo delle infrastrutture?" (gennaio 2013) e la progettazione del workshop "Smart Communities e Sviluppo Locale: obiettivi, attori, creazione di valore" (realizzato a luglio 2013); sempre nell'ambito di Heracademy si evidenziano, inoltre, altre iniziative di sviluppo formativo a valenza territoriale, in particolare l'avvio del progetto "Hera ti insegna un mestiere...a scuola" sui territori di Forlì e Ravenna.

Nell'ambito della formazione relativa ai Valori Etici ed alla Cultura d'impresa, si segnala la progettazione del percorso formativo "La Città Sostenibile", con realizzazione prevista nel secondo semestre 2013 e finalizzato a sensibilizzare tutta la popolazione aziendale sui contenuti del Bilancio di Sostenibilità 2012.

Relativamente alle iniziative formative realizzate in collaborazione con Alma Mater - Università di Bologna e Alma Graduate School, si segnala in particolare la realizzazione del corso di alta formazione "Regolazione e mercato nei servizi di pubblica utilità" (febbraio e marzo 2013), dedicato alle risorse coinvolte in ambito Sviluppo del Potenziale.

Nel primo semestre del 2013 si è data piena continuità alle attività di formazione in adempimento agli obblighi di legge (antincendio, primo soccorso, preposti sulla sicurezza, ecc.), con particolare riferimento alla formazione in ambito stress lavoro correlato ed alla formazione legata all'Accordo Stato-Regioni per le attrezzature da lavoro; nell'ambito delle 24.000 ore di formazione erogate complessivamente in ambito Qualità, Sicurezza e Ambiente, si segnalano, inoltre, le attività formative previste nell'ambito del progetto SA8000, con particolare rifermento agli interventi formativi sul monitoraggio dei fornitori.

È proseguita, come sempre, l'intensa attività di addestramento e aggiornamento professionale del personale tecnico ed operativo e quella specificamente finalizzata al mantenimento e rafforzamento delle competenze operative riguardanti le attività ritenute critiche sotto il profilo della qualità del servizio, della sicurezza e dei possibili impatti ambientali.

Per quanto riguarda le attività di knowledge management, nel primo semestre 2013 è stata data continuità alla Scuola dei Mestieri, in particolare attraverso:
la definizione e progettazione della revisione di alcuni Quaderni di Mestiere alla luce delle recenti evoluzioni organizzative della Direzione Generale Operations;
l'estensione e/o il consolidamento delle esperienze di Comunità di Pratica presenti a livello di Gruppo.

Sono state registrate circa 16.788 partecipazioni ad attività di formazione ed il 90% dei dipendenti del Gruppo è stato coinvolto in almeno un'attività di formazione.
L'investimento economico sostenuto nel primo semestre 2013, al netto dei costi del personale in formazione e dei docenti interni, risulta pari a 441.329 euro, valore in linea con una completa saturazione del budget annuale 2013.

I dati confermano l'impegno consistente sia di carattere economico che di risorse che il Gruppo Hera dedica alla valorizzazione ed allo sviluppo continuo del capitale umano.

Asse FormativoOre Uomo
Addestramento professionale e formazione specialistica22.616
Qualità Sicurezza e Ambiente24.039
Formazione istituzionale e manageriale17.590
Informatica962
Totale65.207
 
Allegati